2007
11.28

Arrivano i primi freddi, niente di meglio a letto del tepore di un soffice e leggero piumino, ma quale scegliamo? Il tradizionale di peluria d’anatra o d’oca oppure quelli nuovissimi e quasi altrettanto leggeri riempiti con del soffice materiale sintetico e lavabili alcuni persino a 90°?

Impareggiabili quelli riempiti con peluria al 90% d’oca (la migliore, a parità di peso è più riempitiva) o d’anatra. Occorre stare molto attenti perché la qualità migliore è data dalla grossezza dei fiocchi, più questi sono grossi migliore è la qualità, provengono sicuramente da animali adulti e non da animali macellati da giovani.

La peluria impedisce al nostro calore corporeo di disperdersi, assorbe l’umidità da noi generata e protegge dalla temperatura esterna.

Anche tra quelli sintetici, oggi ve ne sono di ottimi e leggeri (i migliori hanno circa 900gr. di riempimento nella misura 160×210, quasi come la peluria) e sono specialmente consigliati a chi soffre di allergie, non è troppo freddoloso e non è disposto a spendere grosse cifre per la qualità del proprio sonno. Hanno il grosso vantaggio di essere facilmente lavabili e per questo motivo sono largamente usati negli alberghi e negli ospedali per queste proprietà.

Dimenticavo: i piumini naturali lavateli il meno possibile, fate semplicemente rigenerare la peluria e sostituite la fodera ogni 8 o 10 anni a seconda delle vostre abitudini.

Condividi!

Nessun commento.

Aggiungi il tuo commento